«Si ricorda che l’attuale Governo regionale della Campania ha già stanziato nel 2017 per l’ospedale di Piedimonte Matese un finanziamento di euro 2.750.000 per il rifacimento della facciata», ha dichiarato un’esponente “di primo piano” della Giunta regionale della Campania sul quotidiano “Il Mattino” di oggi.
Siamo sicuri? Non è che quei fondi sono stati stanziati da qualcun altro e l’“attuale Governo regionale” li ha solo gestiti?

Beh, allora facciamo chiarezza per evitare quelle «strumentalizzazioni mediatiche», vituperate nel detto articolo, nelle quali, a quanto pare, è incespicata pure l’intervistata, nell’intento di supportare con ogni mezzo la sua campagna elettorale in area matesina.

Lo stanziamento dei fondi

Ebbene, faccio notare che la cospicua cifra a cui si fa riferimento è stata assegnata con Decreto Dirigenziale del 16 aprile 2015 del Ministero della Salute, recante la rifinalizzazione delle economie risultanti dalla conclusione degli interventi ex art. 20 della legge 67/1988 – Prima fase – per l’importo pari ad euro 2.628.476,56 relativamente al completamento delle facciate esterne del Presidio Ospedaliero di Piedimonte Matese, al quale andava aggiunta una quota di cofinanziamento regionale pari ad euro 138.384,81 e una piccola quota a carico dell’ASL Caserta pari ad euro 834,08 per un importo complessivo di euro 2.767.696,33
Tutto ciò si evince dalla Deliberazione del Commissario Straordinario dell’ASL Caserta n. 512 del 23 giugno 2016 e quelle del Direttore Generale della medesima ASL n. 252 del 10 ottobre 2016 e n. 1182 del 22 settembre 2017, con le quali si approvavano il progetto definitivo e la rettifica delle quote di cofinanziamento.

La Regione Campania, quindi, ha cofinanziato i lavori solamente con euro 138.384,81 – pari al 5% dell’importo complessivo – come stabilito dal Decreto Dirigenziale del 16 aprile 2015 del Ministero della Salute, emanato un mese e mezzo prima della scadenza della precedente Giunta regionale, non di quella “attuale”.

Ma di cosa vogliamo parlare?

Share This